Questa campagna e conclusa.



Iran: nuova ondata di arresti per gli attivisti sindacali alla vigilia del Primo Maggio

In collaborazione con la Federazione Internazionale dei Lavoratori dei Trasporti (International Transport Workers Federation – ITF) e la Confederazione Internazionale dei Sindacati

Gli attivisti sindacali in Iran si trovano nuovamente ad essere il bersaglio delle persecuzioni per esercitare attività sindacali legali e legittime. Alla vigilia del Primo Maggio, il 29 aprile del 2015, Davood Razavi e Ebrahim Madali del Sindacato degli Autisti di Tehran e della Periferia sono stati arrestati e incarcerati nella Sezione 2019 della prigione di Evin dove sono detenuti i prigionieri politici.
Poco prima, il 28 aprile del 2015, Mahmoud Salehi e Osman Ismaili, del Comitato di Coordinamento per Aiutare le Organizzazioni dei Lavoratori sono stati anch'essi arrestati. Non sono noti i motivi degli arresti. Sono stati, inoltre, riferiti di altri incidenti contro gli attivisti sindacali.




Il tuo messaggio sarà inviato ai seguenti indirizzi email:
Info@leader.ir, Info@judiciary.ir, Info@dadiran.ir