Filippine: i lavoratori Holcim chiedono giustizia

In partenariato con Sentro ng mga Nagkakaisa at Progresibong Manggagawa.

Per anni i lavoratori a contratto del cementificio Holcim a Davao hanno chiesto un'occupazione regolare, conformemente alla legge nelle Filippine. Lo scorso anno, hanno presentato una denuncia al Dipartimento del Lavoro e dell'Occupazione.
Ma nel mese di marzo sono stati licenziati 140 lavoratori a contratto, mentre ai lavoratori non sindacalizzati sono stati offerti nuovi contratti di lavoro.
Da quel momento, i lavoratori hanno picchettato lo stabilimento, ma nel mese di maggio hanno scoperto che la proprietaria dell'impianto, la multinazionale del cemento LafargeHolcim, prevede i vendere lo stabilimento al conglomerato filippino che ha una reputazione anti sindacale, San Miguel.
Il Primo Maggio il picchetto dei lavoratori è stato attaccato con violenza da teppisti, ed il sindacato è convinto che Holcim è il responsabile dell'attacco.
Questi lavoratori hanno bisogno di giustizia, non di violenza e repressione.


Sostieni questa campagna! Inserisci nome e indirizzo email, poi clicca su 'Invia il messaggio' in fondo a questa pagina.

Nome:
[richiesto]
Indirizzo email:
[richiesto]
Sindacato/Organizzazione:
Il tuo Paese:
Inserisci qui il tuo messaggio – o usa quello esistente.


Stop spam!
Enter the number 4128 here:

Thank you


Se desideri ricevere annunci di future campagne seleziona questo box:

Yes:
No:







Il tuo messaggio sarà inviato ai seguenti indirizzi email:
feliciano.gonzalez@lafargeholcim.com, john.stull@lafargeholcim.com, justiceforholcimdavaoworkers@gmail.com