Iran: Esmail Abdi di nuovo in prigione. Liberarlo ora!

In partenariato con Education International, la Federazione sindacale globale dell'educazione composta da 396 associazioni e sindacati presenti in 171 paesi e territori, che rappresenta 32.5 milioni di educatori e professionisti.

Sabato 20 gennaio, Esmail Abdi, dirigente sindacale e insegnante di Tehran, è stato riportato nuovamente nella prigione di Evin. Esmail Abdi è stato rilasciato per una licenza il 9 gennaio. Si è trattato di una tregua temporanea dalla sua condanna di sei anni iniziata nel 2016. Le autorità iraniane gli hanno negato l'estensione della sua licenza, nonostante le sue condizioni di salute precarie causate dalle dure condizioni di detenzione. Il primo arresto di Abdi è avvenuto per impedirgli di partecipare al Congresso mondiale della Federazione sindacale globale dell'educazione nel 2015, che si teneva ad Ottawa, in Canada. Abdi è stato preso di mira per il suo attivismo sindacale, per la campagna a favore dei diritti degli insegnanti e per un'istruzione pubblica gratuita. Dopo aver organizzato proteste pacifiche, è stato condannato nel febbraio del 2016 per reati relativi alla sicurezza dello stato
Abbiamo bisogno del vostro aiuto per sollecitare le autorità iraniane a liberare definitivamente Esmail Abdi.


Sostieni questa campagna! Inserisci nome e indirizzo email, poi clicca su 'Invia il messaggio' in fondo a questa pagina.

Nome:
[richiesto]
Indirizzo email:
[richiesto]
Sindacato/Organizzazione:
Il tuo Paese:
Inserisci qui il tuo messaggio – o usa quello esistente.



Se desideri ricevere annunci di future campagne seleziona questo box:

Stop spam!
Enter the number 3700 here:

Thank you





Il tuo messaggio sarà inviato ai seguenti indirizzi email:
media@rouhani.ir, iran@un.int, mission.iran@ties.itu.int, secretariat@iranembassy.be, rights@ei-ie.org