Canada: I lavoratori delle poste canadesi costretti a ritornare al lavoro; incarcerati i loro sostenitori

In collaborazione con il sindacato dei lavoratori delle Poste - Canadian Union of Postal Workers (CUPW), Il sindacato dei lavoratori delle Poste - Canadian Union of Postal Workers (CUPW) rappresenta 50.000 aderenti in tutto da ogni parte del Canada che lavorano per le Poste Canadesi

Il 27 novembre scorso, il Governo canadese ha costretto più di 50.000 lavoratori delle Poste a ritornare al lavoro dopo cinque mesi di scioperi a rotazione violando di fatto il diritto ad una contrattazione collettiva libera e giusta e il diritto di sciopero garantiti dalla Carta costituzionale dei Diritti e delle Libertà.
Sottraendo ai lavoratori il diritto di sciopero e alla contrattazione, il Governo ha deciso che le grandi società e i loro affari sono più importanti dei diritti dei lavoratori garantiti dalla Costituzione.
Per più di un anno il sindacato dei lavoratori delle Poste - Canadian Union of Postal Workers (CUPW) ha negoziato con le Poste Canadesi per raggiungere un accordo collettivo che desse risposta alle più importanti questioni che hanno travagliato per anni i lavoratori: un tasso di infortuni sempre in crescita, disuguaglianze, sovraccarico di lavoro ed eccessivo ricorso allo straordinario, oltre alla piaga del lavoro precario. Il Governo non solo ha soppresso il diritto di sciopero, ma ha anche costretto i lavoratori delle Poste ad un rientro al lavoro, dovendo sopportare le stesse questioni irrisolte di cui sopra nel periodo più stressante dell’anno sotto l’aspetto lavorativo.
Da quando i lavoratori delle Poste sono stati costretti a rientrare al lavoro, l’intero movimento sindacale ed i suoi aderenti si sono stretti alla causa, istituendo picchetti e manifestando in numerosi uffici Postali in tutto il Canada per dimostrare solidarietà ai lavoratori postali. Alcuni sono stati arrestati, incarcerati e dovranno andare in giudizio il prossimo anno.
È stato istituito un apposito fondo a copertura delle spese legali. Per contribuire si può andare a questo link: https://www.gofundme.com/support-the-halifax-6
Il diritto a una contrattazione collettiva giusta ed il diritto costituzionale fondamentale allo sciopero devono essere difesi. I padroni ed il Governo non hanno mai riconosciuto diritti per i quali non si sia combattuto e quei diritti sono senza significato se non vengono difesi. Aiutiamo il CUPW a farlo: mandiamo un messaggio di protesta al Governo del Canada.


Sostieni questa campagna! Inserisci nome e indirizzo email, poi clicca su 'Invia il messaggio' in fondo a questa pagina.

Nome:
[richiesto]
Indirizzo email:
[richiesto]
Sindacato/Organizzazione:
Il tuo Paese:
Inserisci qui il tuo messaggio – o usa quello esistente.


Se desideri ricevere annunci di future campagne seleziona questo box:

Stop spam!
Enter the number 3998 here:

Thank you





Il tuo messaggio sarà inviato ai seguenti indirizzi email:
justin.trudeau@parl.gc.ca, Carla.Qualtrough@parl.gc.ca, Patty.Hajdu@parl.gc.ca, Jessica.L.McDonald@canadapost.postescanada.ca, feedback@cupw-sttp.org